Perù Andino Classico

Un viaggio al centro della cultura e della storia Inca. Da non perdere: Cusco, Machu Picchu e la Valle Sacra. E non solo, perché offre anche l’occasione di entrare in contatto con etnie come gli Uros e i Quechua e di ammirare emozionanti paesaggi di canyon profondissimi, altipiani sterminati e laghi incantevoli.

 

Date di partenza 2018:

Gennaio: 15, 29               Luglio: 02, 16, 23, 30

Febbraio: 19                    Agosto: 06, 13, 20, 27

Marzo: 26                        Settembre: 10, 17, 24

Aprile: 09, 23                   Ottobre: 15, 22

Maggio: 07, 21                 Novembre: 12

Giugno: 11, 25                  Dicembre: 10, 24, 31

Giorno 1 Lunedì: Lima  

Arrivo all'aeroporto internazionale di Lima, ricevimento da parte del nostro personale parlante italiano e trasferimento in hotel.

Cena libera e pernottamento in hotel.

 

Giorno 2 Martedì: Lima - Arequipa                                         

Prima colazione

Trasferimento in aeroporto e volo per Arequipa.

Assistenza all’arrivo e partenza per la visita di Arequipa, conosciuta come la “Città bianca” per i suoi begli edifici in sillar (roccia vulcanica). Si inizia con una sosta al pittoresco quartiere di Yanahuara e al belvedere di Carmen Alto con vista sulle antiche colture a terrazzamenti della valle di Chilina. Rientro in centro città, visita alla chiesa e ai chiostri della Compagnia di Gesù e successivamente alla Cattedrale che affaccia sulla Plaza de Armas.

Continuazione a piedi per la visita al celebre Monastero di Santa Catalina, fondato nel 1579 ed aperto al pubblico dal 1970, una vera cittadella nella città. Il complesso religioso copre un’area di 20,000 mq, si sviluppa tra passaggi stretti e tortuosi, viuzze colorate e giardini rigogliosi.

Pranzo libero

Nel pomeriggio visita del Museo Santuarios Andinos, dove è esposta Juanita, una giovane Inca sacrificata agli dei più di 500 anni fa sul vulcano Ampato (6380 m).

Cena libera e pernottamento in hotel.

 

Giorno 3 Mercoledì: Arequipa - Chivay

Prima colazione

Partenza in direzione del Canyon del Colca. Si attraverseranno le pampa di Cañahuas, uno dei pochi posti al mondo in cui si possono osservare le vigogne allo stato brado, in questa immensa riserva si trovano anche lama e alpaca. Durante il tragitto sarà possibile ammirare le bellissime terrazze di origini precolombiana, che tuttora vengono coltivate dagli indigeni Collaguas. Il punto più alto che raggiungeremo sarà Patapampa (4900 m), per poi discendere fino a Chivay (3600 m).

Pranzo in ristorante locale

Cena libera e pernottamento. in hotel

 

Giorno 4 Giovedì: Chivay - Cruz Del Condor -Puno

Prima colazione

Partenza al mattino presto per la Cruz del Condor da dove si gode un bellissimo panorama della Valle del Colca. Lungo il percorso si effettueranno alcune soste per poter ammirare il bel paesaggio. Arrivati alla Cruz, con un po’ di fortuna si avrà l’opportunità di osservare il maestoso volo dei condor, che approfittano delle correnti ascensionali del canyon per venire a volare vorticosamente sopra le nostre teste. Rientro a Chivay con sosta al villaggio di Maca per poter visitare brevemente una delle chiesette coloniali più ricche della vallata. Pranzo libero

Proseguimento per Puno (3800 m) con sosta a Lagunillas, dove le montagne si rispecchiano sull’acqua azzurra della laguna creando un magico gioco di colori.

Arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione in hotel.

Cena libera e pernottamento.

 

Giorno 5 Venerdì: Puno  

Prima colazione

Escursione in barca sul lago Titicaca, il lago navigabile più alto del mondo (3810 m). La leggenda racconta che dalle sue acque sono emersi Mama Occlo e Manco Capac, i fondatori dell'impero Inca.

La prima sosta è sulle Isole galleggianti degli Uros, indigeni di origine aymara il cui stile di vita e forte tradizione hanno sempre attirato la curiosità dei visitatori: chiamati anche tribù dell’acqua, vivono su isole di canna di totora (giunco), che utilizzano anche per le loro capanne e le loro imbarcazioni; vivono principalmente di pesca, patate essiccate e volatili acquatici.

Al termine della visita si effettuerà un breve giro sul tipico battello di totora degli Uros.

Continuazione per l'Isola di Taquile, i cui abitanti di origine quechua sono conosciuti per le loro abili doti di tessitori. Dall'alto dell'isola sarete sorpresi dal meraviglioso spettacolo che vi si presenterà: il blu acceso del lago Titicaca circondato da alte catene montuose. Tempo a disposizione sull'isola.

Pranzo in un piccolo ristorante della comunità.

Rientro a Puno con arrivo previsto nel tardo pomeriggio. Cena libera e pernottamento in hotel.

 

Giorno 6 Sabato: Puno - Cusco

Prima colazione

Partenza in bus turistico verso Cusco. La bellezza del paesaggio è unica, passando dall'altopiano alle Ande e attraversando numerosi villaggi caratteristici. Durante il percorso il bus effettuerà delle fermate per la visita di Pucara; Raqchi dove sarà possibile ammirare antiche rovine Huari e il bel tempio di Huiracocha e l’ultima fermata ad Andahuaylillas, dove si trova l’impressionante cappella conosciuta come “la piccola sistina”. Il punto più elevato che si attraversa è La Raya (4000 m) che segna il limite tra la zona andina e quella dell'altopiano. Pranzo in ristorante locale durante il tragitto.

Arrivo in serata a Cusco, antica capitale dell’impero Inca, il cui nome in lingua quechua significa “l'ombelico del mondo”.  Trasferimento e sistemazione in hotel.

Cena libera e pernottamento.

 

Giorno 7 Domenica: Cusco - Chinchero - Maras - Ollanta - Aguas Calientes  

Prima colazione

Partenza per Chinchero. La cittadina di Chinchero la domenica ospita un mercato ancora autentico raggiunto dagli abitanti delle zone limitrofe per barattare i loro prodotti con i locali. Da questo villaggio si gode una vista spettacolare sulle montagne della Valle Sacra e si trova una piccola ma interessante chiesa coloniale (non sempre aperta al pubblico). Oltre al mercato, visiteremo il bel sito archeologico e potremo assistere ad una dimostrazione sulla lavorazione della lana; le gentili signore di Chinchero ci introdurranno a questa vera e propria arte: dal lavaggio della lana alla sua filatura, il processo di colorazione con tinte naturali ricavate da piante locali ed infine la tessitura con telaio artigianale. (Il mercato di Chinchero c’è solamente la domenica)

Successivamente visiteremo le saline di Maras situate ai piedi di una montagna e divise in numerose pozze che ricevono acqua salata proveniente dal sottosuolo. Questa mina di sale è una delle più antiche del Perù, si sa che fu sfruttata prima dell’arrivo degli Inca nella regione. Pranzo in ristorante.

Continuazione per il villaggio di Ollantaytambo per visitare l’imponente sito archeologico. Pachacutec, uno dei protagonisti più rappresentativi dell’epoca Inca, conquistò la regione e fece costruire il villaggio ed un grande centro cerimoniale che durante l’epoca della conquista spagnola servi come forte per la resistenza.

Trasferimento alla stazione ferroviaria di Ollantaytambo e partenza con la vostra guida  per Aguas Calientes con il treno Expedition*. Cena e pernottamento in hotel.

 

*I passeggeri dovranno partire con uno zaino con l’occorrente per 2 giorni e 1 una notte in quanto sul treno per Aguas Calientes sono consentiti solo bagagli a mano per un peso complessivo di 5 kg. Le valige rimarranno custodite nell’hotel di Cusco.

 

Giorno 8 Lunedì: Aguas Calientes - Poroy - Cusco

Prima colazione

Al mattino presto, con la vostra guida prenderete il bus navetta per raggiungere in circa 30 minuti il sito di Machu Picchu (2490 m). Visita alle rovine maestose de “la città perduta degli Inca”, scoperta nel 1911 dall'antropologo americano Hiram Bingham. Le rovine si trovano sulla cima del Machu Picchu (montagna vecchia in quechua), ai piedi del Huayna Picchu (montagna giovane), circondate dai fiumi Urubamba e Vilcanota. Il complesso è diviso in due grandi zone: la zona agricola, formata dai tipici terrazzamenti inca che si trova a sud e la zona urbana a nord, che era l’area dedicata alle attivitá quotidiane, civili e religiose.

Pranzo libero

Rientro ad Aguas Calientes e partenza in treno fino alla stazione di Poroy, proseguimento per Cusco e sistemazione in hotel.

Cena libera e pernottamento in hotel.

 

Giorno 9 Martedì: Cusco                                   

Prima colazione

Visita alla città di Cusco. Si visiteranno Korikancha, il centro religioso più sacro dell’epoca incaica dedicato al culto del dio Sole e sul quale, dopo l’arrivo degli spagnoli, è stato costruito il convento di Santo Domingo. Continuazione verso la Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d'oro dell'Inca Manco Capac, indicandogli il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell'Impero. Visita alla grande Cattedrale, eretta nel XVI secolo sulle fondamenta del Palazzo incaico di Viracocha.

Successivamente visita alle rovine fuori città: l'anfiteatro di Qenqo, centro di culto alla Pachamama (Madre Terra in quechua); Puka Pukara, un antico rifugio utilizzato dai chaski (messaggeri inca) per riposarsi durante le lunghe spedizioni ed utilizzato come forte dopo l’arrivo degli spagnoli; Tambomachay, conosciuto come “Bagno dell’Inca”, centro dedicato al culto dell’acqua. Ultima tappa a Sacsayhuaman, ancora oggi oggetto di studi archeologici. Questo sito copre un’area di 6 km2 e si pensa potesse essere un centro polifunzionale al pari di Machu Picchu. Pranzo libero.

Pomeriggio a disposizione per passeggiare per la città.

Cena in ristorante con spettacolo folcloristico e pernottamento in hotel.

 

Giorno 10 Mercoledì: Cusco – Lima - Italia

Prima colazione

Trasferimento in aeroporto e volo per Lima.

Assistenza all’arrivo e trasferimento in centro città.

Lima è la capitale del Perù e con una popolazione di circa 10 milioni di abitanti è la quinta città più grande del Sud America. La città fu fondata il 18 gennaio del 1535 dal conquistador Francisco Pizarro sotto il nome di “Città dei Re” ed è il cuore commerciale, finanziario, culturale e politico del paese; qui si concentrano i 2/3 dell’industria nazionale e si trova l’aeroporto più grande del Perù. Il centro coloniale della città è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dall’Unesco nel 1991; si visiteranno il Convento di San Francisco, dalla facciata in stile barocco-limeño e la Cattedrale che affaccia sulla Plaza de Armas ed ospita la tomba di Pizarro. Pranzo nel Caffè del Museo Larco Herrera.

Visita al Museo Larco Herrera, fondato nel 1926 e situato dentro un elegante edificio del XVIII secolo, costruito sopra una piramide precolombiana del VII secolo. Il Museo ospita una grande collezione d’oro, argento e ceramica ed è uno dei pochi musei al mondo dove i visitatori possono percorrere il deposito ed apprezzare 45,000 oggetti archeologici debitamente classificati; un’esperienza davvero unica.

Ritorno in aeroporto e volo di rientro in Italia. Pasti e pernottamento a bordo

 

Giorno 10 Giovedì: Italia

Arrivo in Italia e fine dei servizi

Richiedi un preventivo

Gentile cliente,
compilando questo breve form saremo in grado di inviarti una quotazione ad hoc. La stagionalità delle destinazioni è molto importante per la definizione delle quote di partecipazione per cui, nel caso non avessi delle date fisse di viaggio, ti preghiamo di indicare nel campo note, oltre ad eventuali richieste, l periodo indicativo del viaggio. Le date sono importanti anche per poter pianificare un operativo voli. Per poter fornirti un servizio ancora più puntuale, dovresti indicarci infine l'eventuale presenza di bambini e la loro età.
Grazie

Torna a Tour